Dopo mesi di voci fatte trapelare da Google e una serie interminabile di conflitti contrattuali con le etichette indipendenti, il 17 novembre verrà lanciata “Music Key”: la prima versione del servizio in abbonamento senza pubblicità di YouTube. La versione beta sarà disponibile solo su invito per i primi mesi in prova, ma sicuramente si tratta di un grande passo per YouTube, che, con l’aggiunta di un nuovo servizio di streaming musicale su internet, tenterà (ovvio anche se non dichiarato) di sfidare il monopolio di Spotify.
Probabilmente la mossa più astuta di Google nella campagna Music Key è stata l’accordo contrattuale con la rete Merlin, che rappresenta oltre 20.000 etichette indipendenti in tutto il mondo. Per gli appassionati di musica elettronica, questo è un altro motivo per gioire, dato che Merlin rappresenta, per esempio, alcuni grandi colossi sotto etichetta Armada per Warp Records, la casa di Aphex Twin, Rustie, Flying Lotus e molti altri.

Come riportato da BBC News, la sottoscrizione di partenza corrisponderà a quella di Spotify (9,99 dollari), ma prevederà, in aggiunta, anche l’accesso a Google Play. Non solo il servizio consentirà video continui e streaming audio, ma un abbonamento consentirà i download e la possibilità di salvare i file anche sul proprio dispositivo mobile.
Un altro vantaggio per gli abbonati sarà la capacità di ridurre a icona finalmente le finestre di YouTube senza che l’audio si fermi bruscamente. Infine, come la maggior parte dei servizi di streaming sul mercato in questo momento, Music Key proporrà agli utenti suggerimenti in base alle tendenze attuali e alla loro attività.

Insomma, se l’accesso limitato alla musica elettronica su Spotify e le continue modifiche in casa SoundCloud vi hanno stancato, Music Key potrebbe essere proprio quello che stavate cercando per poter ascoltare la musica in streaming! E’ questa la speranza del team Google, così come di tutti coloro che si abboneranno.

Post correlati