Si torna a parlare di Jeremy Olander, questa volta con uno spaziale EP composto da tre tracce. Olander è il primo artista che Eric Prydz abbia fatto uscire su Pryda e lo fa in grande stile, con tre pezzi molto diversi fra loro. Il primo “Jackie” è il pezzo più progressive dei tre, il secondo “DLIGTY” genera un’atmosfera un po’ più cupa ed è una fusione perfetta fra electro e progressive. L’EP si chiude con “Lauderdale”, una traccia di quelle che si è fatta aspettare per un sacco di tempo e che ora, finalmente è uscita.

 

Post correlati