Per tutti coloro che sono interessati ai maggiori artisti emergenti, bisogna tenere sott’occhio Danny Avila, a soli 17 anni si è già messo in luce in grandi scenari dell’EDM mondiale come Coachella 2013 e Pacha Ibiza, oltre ad aver anche collaborato con artisti del calibro di Tiësto, Deniz Koyu, The Black Eyed Peas e Fedde Le Grand.
Il giovanissimo Danny è diventato uno dei più caldi dj nel mondo della EDM vincendo il premio di ‘DJ Best Newcomer‘ ai prestigiosi Vicious Music Awards del 2011 a soli 16 anni, ai quali è seguita un’incredibile stagione a Ibiza nel 2012. Grazie ad essa ha catturato l’attenzione di tutti, tra cui Tiesto, grazie al quale è stato assunto dal MGM a Las Vegas, dove è diventato il più giovane residente nella storia del club Hakkasan Nightclub. Ha debuttato nello scenario dell’ Ultra Music Festival di Miami nel marzo 2013 a soli 17 anni. In quest’ultimo periodo ha aperto una stretta collaborazione con Merzo dal quale nasce il brano “Boom” e alcuni episodi di Ready To Jump, la sua serie di podcast. Tra le varie collaborazioni vi è quella con i twoloud con i quali ha rilasciato una traccia di grande successo all’inizio dell’anno: “Rock the place”. In attesa di altre tracce possiamo solo tenerlo d’occhio come hanno fatto anche MTV e Billboard che lo hanno citato recentemente.

Alcune voci parlano del fatto che sia ghost prodotto e che non sappia produrre, ma questo gossip di bassa lega non ci interessa più di tanto. Quando parliamo di un artista, infatti, per evitare di dover parlare sempre di retroscena, di leggende e voci infondate ci limitiamo a parlare di ciò che vediamo e sentiamo. Alla fine quello che conta è che il prodotto finale sia buono e in questo caso la musica di Danny lo è!

Vi lasciamo quindi con una delle sue tracce di maggior successo:

 


In collaborazione con il francese Merzo, il brano “Boom” :


Il brano “Rock The Place” con i misteriosi twoloud:

di Mattia Zucca

Post correlati