In queste ultime settimane, se tutto fosse andato come previsto, avremmo visto Avicii esibirsi al TomorrowWorld di Atlanta e subito dopo allo Storm Festival di Shangai. Invece la superstar dell’EDM è in una casa di riposo a Stoccolma e l’8 settembre, come vi abbiamo raccontato, ha annullato tutte le date del suo tour per poter guarire dai problemi di salute legati alla cistifellea e all’appendice rimosse a marzo.
Già negli anni scorsi Tim Bergling non era stato nuovo a problemi di salute: qualcuno ricorderà, per esempio, che nel 2012 era stato ricoverato per 11 giorni per un attacco di pancreatite acuta (causata dagli eccessi con l’alcool) e nel 2013 aveva annullato diverse date, utilizzando la scusa dell’ultimazione di “True”, quando invece i medici lo avevano trattenuto per ulteriori controlli. Eppure da quel momento in poi pare che Avicii avesse messo la testa a posto e smesso di bere: solo un’illusione dato che a marzo, come detto, il ricovero per l’appendicite gli ha impedito di partecipare all’Ultra Music Festival di Miami. Sparito per un mese per la rimozione della cistifellea, il dj aveva poi dichiarato di “aver passato l’intero mese in studio 12 ore al giorno, lavorando per essere al top e tornare presto in tour”, viste le esigenze crescenti legate alla sua immagine.
Durante l’estate, però, l’aspetto scarno di Avicii aveva preoccupato l’intero mondo della musica, nonostante le sue numerose apparizioni in vari residencies con Coca-Cola, Ralph Lauren ecc. Lui stesso ha attribuito ciò al fatto che vive una vita sempre di corsa e, dunque, ha giustificato questa sua lunghissima pausa come una semplice pausa per rimettersi in forza:

“Prendere una pausa è la cosa migliore che potessi fare. Ho bisogno di fermarmi per un po’ e trascorrere del tempo con parenti e amici per riprendere e tornare più forte di prima!”

Il 3 ottobre, quindi, tutti i fan hanno tirato un sospiro di sollievo quando il produttore svedese ha tirato fuori il singolo “The Days”, con la voce di Robbie Williams: si tratta del primo singolo che anticiperà l’arrivo del prossimo album, in uscita nella primavera 2015.
Speriamo sia davvero la fine dell’incubo malattie per Avicii, a cui ovviamente mancano i suoi tour in giro per il mondo, sebbene lui comunque sia convinto di stare facendo la scelta giusta:

“Per la prima volta nella mia vita non sento di dover fare in fretta qualcosa, ma posso dedicare al mio nuovo album tutto il tempo e la passione che richiede, concentrandomi al 100% in quella che è la mia vera passione, la musica”.

Buon lavoro, allora, Avicii! L’intero mondo EDM aspetta con ansia il tuo album (e i tuoi concerti, ovviamente)!