Qualche giorno fa su Wired.com è uscito un articolo di Aloe Blacc in cui ha illustrato le sue opinioni sui servizi di streaming di musica come Spotify. L’americano ha parlato con amarezza di come questi servizi non generino guadagni agli artisti, per guadagnare cifre accettabili bisogna infatti fare numeri astronomici di plays. A quanto pare con un milione di visualizzazioni su Pandora (uno Spotify disponibile solo in America) si guadagnerebbero solamente 90 dollari (circa 70 euro). Aloe ha inoltre dichiarato che con “Wake Me Up” che ha scritto per Avicii il totale delle entrate dato dallo streaming online è stato di 12,359 dollari che poi si sono dovuti dividere fra artisti e case discografiche. Insomma con un totale di 168 milioni di plays fra Pandora e Spotify (è la canzone con più stream in assoluto) ha portato a casa meno di 4 mila dollari che sicuramente non gli bastano per vivere.. Se non ce la fa lui con più plays di praticamente tutti a guadagnare abbastanza per vivere dallo stream di musica figuriamoci gli artisti medio-grandi che a fatica raggiungono un milione di stream.

In futuro quindi sarà necessario per le piattaforme di streaming trovare il modo di compensare equamente gli artisti per la loro musica per far sì che le cifre ricevute non siano ridicole come lo sono adesso. Staremo a vedere come si evolve la situazione!

 

Post correlati